martedì 28 agosto 2012

la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo sentenzia contro il terrorismo cattolico e i politici italiani complici.

Ratzinger e il suo odio per la vita con politici  complici.

Una legge che è un atto di terrorismo nei confronti dei cittadini e che ha violato la Costituzione della Repubblica Italiana e dell’Unione Europea fortemente voluta dalle organizzazioni terroristiche della chiesa cattolica e dai parlamentari cattolici in violazione alle norme Costituzionali entro le quali sono tenuti a legiferare.
Non si tratta di “una semplice legge”, ma di un atto di terrorismo nei confronti delle persone, della loro vita privata e delle loro scelte.
La Corte Costituzionale Italiana era già intervenuta bocciando l’impianto della legge che tendeva a trasformare i cittadini in bestiame, com’è nell’ideologia religiosa della chiesa cattolica, come in questo caso:


Sentenza della Corte Costituzionale n.151/2009

La sentenza della Corte ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art.14 della legge 40/2004, comma 2 e comma 3. In particolare ha dichiarato illegittima la parte che prevede "un unico e contemporaneo impianto, comunque non superiore a tre" (comma 2) e la parte che non prevede che il trasferimento degli embrioni debba essere effettuato senza pregiudizio della salute della donna (comma 3).

L’odio dei cattolici per la vita che li induce a costringere, medianti feroci pressioni psicologiche, le donne a non abortire, li ha indotti a sviluppare l’odio per le donne costrette a ricorrere alla fecondazione mediante un preimpianto di embrioni.
Contro l’odio della chiesa cattolica alimentato da politici terroristi e criminali, la Corte Europea per i diritti umani ha sentenziato in difesa delle donne e del loro diritto a vivere la loro vita come intendono viverla:


Corte Ue boccia legge 40 su procreazione
Censurato no a diagnosi preimpianto embrioni


(ANSA) - STRASBURGO, 28 AGO - La Corte europea dei diritti umani ha bocciato la legge 40 per quanto riguarda l'impossibilita' per una coppia fertile ma portatrice sana di fibrosi cistica di accedere alla diagnosi preimpianto degli embrioni. Secondo i giudici il sistema legislativo italiano in questa materia "è incoerente" in quanto un'altra legge permette di accedere a un aborto terapeutico in caso che il feto venga trovato affetto da fibrosi cistica. In assenza di ricorso la decisione diverra' definitiva entro 3 mesi.


Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2012/08/28/Corte-Ue-boccia-legge-40-procreazione_7387471.html


Il terrorismo della chiesa cattolica provoca immensa sofferenza nella società civile italiana e il Presidente della Repubblica che dovrebbe essere il garante della Costituzione non si fa scrupolo a manifestare la propria connivenza con Ratzinger e i crimini che la chiesa cattolica, per mandato della sua dottrina, ha fatto e intende fare. In questo modo il Presidente della Repubblica si rende complice di attività contro la Costituzione della Repubblica e contro i cittadini italiani.
E domani, quali altre sofferenze avrà provocato l’attività connivente con Ratzinger del Presidente della Repubblica?
Sì, lo so che la Costituzione dice che non è punibile per gli atti che commette nell’esercizio delle sue funzioni, ma esiste la condanna morale di chi, protetto da privilegi Costituzionali si reputa privo di doveri nei confronti dei cittadini assumendo atteggiamenti da loro padrone.
Oggi, comunque, la difesa dei diritti dei cittadini italiani non è venuta dal Presidente della Repubblica, ma dalla Corte Europea per i diritti dell’uomo.




28 agosto 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784