giovedì 10 dicembre 2015

Penati assolto, la diffamazione di Beppe Grillo e Silvio Berlusconi

Ci era apparso chiaro fin dall'inizio che l'azione contro Penati era solo una montatura politica, un'azione di diffamazione e aggressione messa in atto dai soliti criminali che ruotano attorno a Silvio Berlusconi che ha fatto della truffa e dell'inganno il suo metodo di far politica.
In questo blog nel settembre 2011 parlammo dell’attività criminale, finalizzata alla destabilizzazione Istituzionale, messa in atto da ambienti della destra neofascista facente capo a Silvio Berlusconi.

http://societcivileecostituzione.blogspot.it/2011/09/linchiesta-della-procura-di-monza-su.html

E' proprio di chi pratica Stregoneria cercare di non farsi ingannare dai fantasmi della diffamazione che vengono usati nella società civile. Ci furono irregolarità? Può essere, ma non ci furono fatti criminali usati dalla destra per aggredire Penati.

Avere la capacità di leggere e interpretare le condizioni della realtà davanti ad operazioni di diffamazione, aggressione e attacco personale è una capacità che si acquisisce vivendo e sperimentando.
Oggi abbiamo questa notizia:

Tangenti e «sistema Sesto», Penati assolto con tutti gli altri imputati

Applausi in aula. «Si è messa fine ad un’ingiustizia
durata quattro anni e mezzo. Esce pulita la mia immagine di amministratore ed è
stata restituita la mia onorabilità» Tangenti e «sistema Sesto», Penati assolto
con tutti gli altri imputati.
Applausi in aula. «Si è messa fine ad un’ingiustizia
durata quattro anni e mezzo. Esce pulita la mia immagine di amministratore ed è
stata restituita la mia onorabilità»

Presa dal Corriere ella Sera di oggi 10 dicembre 2015.
Ma io avevo scritto che era una montatura fin dal settembre del 2011 e questo appariva
chiaro leggendo attentamente gli articoli.
Un uomo politicamente miserabile e vile come Beppe Grillo, al fine di devastare le Istituzioni democratiche ha usato l’orchestrazione delle aggressioni diffamatorie per il proprio tornaconto personale. Bisogna essere privi di dignità morale ed eticamente vigliacchi per usare le aggressioni
diffamatorie per i propri scopi di disarticolazione Istituzionale.
Scriveva Grillo il 09 settembre 2015:

"Sul processo Penati si dovrebbe scrivere un
ampio manuale sull'incoerenza di questa sinistra a partire da Penati stesso che
aveva promesso che avrebbe rinunciato alla prescrizione e che si è smentito da
solo: la prescrizione è arrivata prontamente a salvarlo. I lombardi meritano
totale trasparenza sulle vicende dell'area ex Falck e sulla politica lombarda
degli ultimi anni. Ormai da questa politica non ci aspettiamo più nulla, hanno
perso la credibilità e i cittadini lo sanno" conclude il
Consigliere.""

Tratto da:
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/lombardia/2015/09/processo-penati-la-solita-sinistra-delle-parole-mai-dei-fatti.html

Beppe Grillo non è solo incapace di analizzare le questioni sociali, è un miserabile che usa la diffamazione per i propri scopi politici come i peggiori politici che armati di giornali assaltano i cittadini.
E’ uno di quei vili che aiutano il monarca assoluto Bergoglio ad attentare alle Istituzioni democratiche.
E' giusto reprimere i reati, ma primi fra tutti vanno repressi i reati di coloro che inventano reati per attribuirli a persone ed assicurarsi quell'ingiusto profitto che deriva da un'attività criminale che, sparando nella testa emotiva dei cittadini, usa la diffamazione travestita da informazione per fini criminali.

Nessun commento:

Posta un commento